Blog

BACI DI DAMA

Biscotti semplici ma di una bontà unica , il classico piemontese che non tramonta mai . Si chiamano cosi proprio perché sembrano due bocche intente a baciarsi unite da un velo di cioccolato. Originari della citta’ di Tortona, appunto in Piemonte. All’ inizio all’ interno dell’ impasto c’ erano le mandorle, poi venne cambiata la ricetta in quanto le nocciole erano più’ reperibili. Allora vogliamo fare queste delizie che ci fanno fare sempre una bella figura. Bando alle ciancie.

RICETTA

200 gr di burro morbido

200 gr zucchero

200 gr farina nocciole

200 gr farina 00

25 gr albume

2 gr sale fino

GANACHE AL FONDENTE

100 gr panna

200 gr cioccolato fondente

PROCEDIMENTO

In planetaria inserite il burro e lo zucchero fate andare finche non saranno ben amalgamati. Inserite l’ albume e la farina di nocciole. Non appena sara’ ben compatto inserire la farina 00, quando la farina sara’ assorbita togliete l ’impasto poggiatelo sul tavolo e copritelo con una pellicola, va in frigo x due ore. Passate le due ore, riprendere l’ impasto lo stendete e formate della pallina di 10 gr l’ uno. Ponete le palline su una teglia da forno infornate a 180* per 12 minuti. Essendo piccoli non hanno bisogno di molto tempo di cottura. Lasciateli raffreddare e nel frattempo preparate il ripieno. Il ripieno puo’ essere un semplice cioccolato temperato ma io preferisco una ganache. Questi infatti sono ripieni di ganache al cioccolato fondente.

PROCEDIMENTO PER LA GANACHE

Sciogliere il cioccolato, e scaldare la panna, versare la panna in due volte sul cioccolato amalgamate finche non si sara’ addensata. Ponetela in frigo per 10 minuti sara’ solida ma ancora morbida da poterla inserire in un sac ‘ a poche per riempire la frolla.

Buon lavoro

eleonora

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Subscribe to our newsletter

Sign up to receive updates, promotions, and sneak peaks of upcoming products. Plus 20% off your next order.

Promotion nulla vitae elit libero a pharetra augue